Sioot - Società Scientifica di Ossigeno-Ozono Terapia
Italiano
MENU  

News

TORNA ALLA LISTA

Artrosi, per il ginocchio è efficace la terapia dell ossigeno-ozono

02/11/2018

La World Health Organization l’ha definita un “disordine cronico, degenerativo, di natura idiopatica caratterizzato dalla perdita progressiva di cartilagine articolare”. L’artrosi è una delle principali cause di disabilità e una delle maggiori problematiche per la sanità pubblica nei paesi occidentali. Questa patologia è dovuta principalmente all’usura e all’invecchiamento delle articolazioni. Una delle nuove frontiere per la cura dell’artrosi è l’ossigeno-ozono terapia (OOTB) PROTOCOLLO TERAPEUTICO SIOOT.

I sintomi dell’artrosi al ginocchio
Chi soffre di artrosi al ginocchio prova di solito un fastidio progressivo e acutizzato dal movimento. Questo sintomo può manifestarsi per pochi giorni ma anche per diverse settimane e spesso si associa a rigidità articolare, presente soprattutto al mattino. In alcuni casi possono verificarsi anche episodi di ‘cedimento’ e instabilità del ginocchio.

In cosa consiste l’ossigeno-ozono terapia?

“L’ossigeno-ozono terapia (OOTB) è una delle nuove frontiere per la cura dell’artrosi ed in generale nel trattamento del dolore muscolo-scheletrico, delle lesioni cutanee cronicizzate ed in numerose condizioni patologiche in cui viene chiamato in causa lo stress ossidativo cronico sistemico”,  spiegando anche che l’età rappresenta il fattore di rischio più legato allo sviluppo dell’artrosi. Essendo una patologia da usura, la malattia ha un’incidenza più alta nelle persone anziane, in particolare dopo i 50 anni.

Il trattamento consiste nella iniezione di ozono medicale, una miscela di ossigeno e ozono preparata e dosata con un’apparecchiatura apposita certificata. Le infiltrazioni intrarticolari, generalmente somministrate una o due volte a settimana, possono variare per frequenza e la durata del trattamento. Tutto dipende dallo stato di salute del paziente e della risposta alla terapia.

E’ un trattamento che permette di ridurre l’infiammazione ed il dolore e non ha nessuna controindicazione, a differenza di altre terapie farmacologiche che possono essere sconsigliate o del tutto controindicate in alcuni pazienti (come gli antinfiammatori o i cortisonici).