Sioot - Società Scientifica di Ossigeno-Ozono Terapia
Italiano
MENU  

News

TORNA ALLA LISTA

Allergia e Ossigeno Ozono SIOOT

17/04/2018

L’allergia è una condizione costituzionale. Uso la parola “condizione” perché non può essere considerata una malattia. Diventa una malattia solo se si verificano condizioni particolari e/o dell’ambiente e/o dell’individuo.

Nell’ambiente di solito si hanno variazioni continue degli inquinanti ambientali e degli allergeni, variazioni che dipendono dalla stagione, dalla temperatura e dall’inurbazione del territorio.

L’individuo che ha una condizione di allergia può sviluppare la malattia in relazione alle concentrazioni ambientali di questi fattori, che sono appunto estremamente variabili sia da zona a zona che da periodi dell’anno diversi. Però può anche non sviluppare nessuna malattia… anche se è un “cosiddetto” allergico.

Infatti la condizione di malattia dipende innanzitutto dal rilascio di neurotrasmettitori che vengono rilasciati nel sangue solo a condizione che il soggetto lo permetta. Ciò significa che l’individuo deve essere… diciamo cosi consenziente.

La cosi detta “malattia allergica” si riconosce in un aumento delle IgE (anti corpi dell’allergia) o delle IgG specifiche, ma se il soggetto è in equilibrio, ben strutturato e in armonia con l’ambiente, la malattia non si manifesta.

Paradigmatica è la reazione allergica che si scatena alla semplice vista di fiori.. finti.(!). In questo caso il soggetto è cosi fragile che basta il messaggio psichico: Quello è il fiore che mi scatena l’asma, per scatenare effettivamente l’asma peccato che il fiore non c’è. Allora dobbiamo concentrare i nostri sforzi sul soggetto piuttosto che sull’interazione terreno-ambiente e rafforzare il terreno.

L’ossigeno Ozono Terapia rafforza il terreno. Bastano 6 sedute ravvicinate di O3 e già il terreno si rafforza, poi sono sufficienti dei richiami stagionali.